Il ruolo delle discipline umanistiche

La nostra scuola si è sempre contraddistinta nel panorama della formazione italiana come luogo unico di dialogo e confronto tra saperi e competenze progettuali e discipline umanistiche. Questo è un carattere da salvaguardare, implementare e comunicare al meglio: è la radice del nostro modo di pensare la formazione allo Iuav.

Le presenze delle humanities si sono moltiplicate nel corso degli ultimi decenni, anche grazie a nuovi corsi di laurea dedicati al design, alle arti, al teatro e alla moda.

C’è un enorme potenziale da esplicitare ulteriormente, con la consapevolezza che è necessario rendere più concreta e fattiva la possibilità per le nostre studentesse e studenti di scegliere percorsi ibridi tra saperi progettuali e scienze umane.

Negli incontri avuti con colleghe e colleghi è spesso emersa, come un richiamo, questa esigenza: che la “trasversalità” e l’ibridazione trovino sostegno, e possano ulteriormente svilupparsi nel nostro Ateneo.

Lo spazio di lavoro c’è e va coltivato insieme con i Coordinatori dei corsi di studio e il Direttore della sezione didattica, per costruire un progetto organico nel quale la trasversalità diventi una opportunità e una qualità specifica del nostro progetto didattico e di ricerca.

Torna su